Locomotore BB 162 FSE





In applicazione della legge del 1952, relativa al potenziamento delle ferrovie in regime di concessione e per la totale sostituzione della trazione a vapore, le Ferrovie del Sud Est ordinarono 13 locomotori diesel-elettrici alle officine Reggiane di Reggio Emilia e alla Ercole Marelli di Milano.
Si tratta di locomotive del tipo bidirezionale a carrelli con rodiggio Bo-Bo, simili nella forma, ma con potenza e lunghezza della cassa inferiori, ai locomotori D 341 di prima serie delle Ferrovie dello Stato, realizzati tra il 1957 e il 1959.
Lo schema di colorazione d’origine era in “verde foresta” con fascia del sottocassa “castano”, fascia gialla tra cassa e sottocassa, panconi frontali “rosso segnale”, tetto alluminio.
Alla fine degli anni ’70 per motivi di sicurezza, con la chiusura delle porte di testata, furono applicate sui frontali ulteriori fasce gialle ed esteso il rosso segnale alla parte inferiore della cassa. Negli anni’80 fu adottata la colorazione in “grigio perla” e “blu orientale”, tutt’oggi presente su due locomotori ancora in servizio.
Due locomotori sono stati destinati dalle FSE ai treni storici: Il BB159 e il BB162, affidato quest'ultimo all’AISAF Onlus di Lecce per il traino del Treno d’Epoca “Salento Express”.


Indice precedente